Mi muovo AV (la lettera inviata!)

Ecco la lettera inviata, compresa di indirizzi dei destinatari!

Invito tutti ad aderire a questa richiesta, inviando la mail agli indirizzi qui sotto. Più siamo meglio è!


da:  Pendolari Bologna – Milano
a: aperi@regione.emilia-romagna.it,
assmobilita@regione.emilia-romagna.it,
dgmobilitaetrasporti@regione.emilia-romagna.it,
CSgarzi@regione.emilia-romagna.it
oggetto Mi Muovo Av

Buongiorno,
scrivo a nome del gruppo Pendolari Bologna-Milano. Abbiamo letto la notizia di una nuova convenzione tra la Regione Emilia Romagna e Trenitalia per permettere ai viaggiatori della linea AV Bologna-Firenze di acquistare l’abbonamento Alta Velocità con il 20% di sconto. La notizia riferisce che la differenza sul prezzo dell’abbonamento viene versata dalla Regione Emilia Romagna con lo stesso meccanismo adottato con la carta MiMuovoTuttoTreno.
Come pendolari della linea Bologna-Milano vorremmo sapere qual è il motivo per cui non è stata prevista la medesima agevolazione sull’acquisto dell’abbonamento AV pensata per la linea AV Bologna-Firenze. Ci sono motivi particolari che differenziano chi usufruisce della linea Bo-Mi da quelli che usufruiscono della linea Bo-Fi? A noi sinceramente non ne sono venuti in mente! Per questo chiediamo che questa agevolazione sia estesa anche a chi parte da Bologna per andare a lavorare a Milano.
Certi di un vostro riscontro porgiamo cordiali saluti

Gruppo Pendolari Bologna-Milano

Mi muovo AV

Pubblichiamo la lettera inviata alla Regione Emilia Romagna per chiedere lo sconto del 20% anche per noi pendolari BO-MI.

Buongiorno,
abbiamo letto la notizia di una nuova convenzione tra la Regione Emilia Romagna e Trenitalia per permettere ai viaggiatori della linea AV Bologna-Firenze di acquistare l’abbonamento Alta Velocità con il 20% di sconto. La notizia riferisce che la differenza sul prezzo dell’abbonamento viene versata dalla Regione Emilia Romagna con lo stesso meccanismo adottato con la carta MiMuovoTuttoTreno.
Come pendolari della linea Bologna-Milano vorremmo sapere qual è il motivo per cui non è stata prevista la medesima agevolazione sull’acquisto dell’abbonamento AV pensata per la linea AV Bologna-Firenze. Ci sono motivi particolari che differenziano chi usufruisce della linea Bo-Mi da quelli che usufruiscono della linea Bo-Fi? A noi sinceramente non ne sono venuti in mente! Per questo chiediamo che questa agevolazione sia estesa anche a chi parte da Bologna per andare a lavorare a Milano.
Certi di un suo riscontro porgiamo cordiali saluti

Un mese gratis per i pendolari per i disagi sui treni

Lo comunica l’assessore Peri: “Per ridurre il danno delle inefficienze del gestore”
“” Buone notizie per i pendolari che usano il treno per raggiungere Bologna: un mese, quello di maggio, di abbonamento gratuito per gli abbonati e anche la nascita di
“Mi Muovo Av” per chi viaggia sulla Bologna-Firenze. Con la gratuità mensile “vogliamo ridurre- spiega l’assessore ai Trasporti della Regione Alfredo Peri- il danno che deriva
dall’inefficienza del gestore. Certo, il nostro lavoro perché venga garantito un buon servizio a chi viaggia non si esaurisce con questo provvedimento. Provvedimento che serve comunque a parziale ‘ristoro’ per servizi ridotti o interrotti”.

Analoga cosa fu fatta nel 2008, quando gli abbonati a beneficiare dell’abbonamento gratuito nel mese di maggio furono 30mila, per un risparmio complessivo di 1,5 milioni di euro (in media 50 euro per ogni abbonato). Nel 2010 si prevede un numero maggiore di beneficiari.

Per quanto riguarda invece l’Alta velocita’, con la divisione del trasporto nazionale di Trenitalia, sono stati messi a punto alcuni miglioramenti per i possessori della tessera “Mi Muovo Tutto Treno”. Per chi viaggia sulla Bologna-Firenze e considera soddisfacente, per le proprie esigenze di viaggio, l’uso degli Intercity puo’ continuare a utilizzare la tessera “Mi Muovo Tutto Treno”. Chi invece preferisce muoversi con i
nuovi servizi offerti dall’Alta Velocita’ tra i due capoluoghi regionali potra’ avere uno sconto del 20% sul prezzo nominale dell’abbonamento mensile Av, compensato dalla Regione Emilia-Romagna a Trenitalia con gli stessi meccanismi gia’ rodati
per la tessera “Mi Muovo Tutto Treno”.  “”

E per noi pendolari Bologna-Milano?!?!?

NUOVI ORARI AV BO-MI

Avete visto i nuovi orari?
FANTASTICI….peccato il prezzo!

Nuovi orari Dicembre 2009

Mancano poco più di 3 mesi all’apertura della tratta AV Bologna-Firenze che completa il sistema alta velocità da Torino a Salerno.
Ecco quello che dice Moretti sulle nuove prospettive che si aprono sul sistema dei trasporti ferroviari italiani (fonte Ansa.it).

DAL 12 DICEMBRE ALTA VELOCITA’ TORINO-SALERNO
RIMINI – Con una gara da due miliardi si apre ”la stagione degli investimenti sui treni”. L’amministratore delegato di Ferrovie preannuncia cosi’ una svolta che verra’ presentata il prossimo 7 settembre, l’acquisto di treni del trasporto locale: ”Dopo due anni nei quali abbiamo dovuto risanare i conti, partiamo con gli investimenti”, dice. A settembre per l’acquisto di treni dei pendolari, poi verra’ lanciata anche la gara per acquistare treni per l’alta velocita’. Intanto ”sta vincendo nettamente il treno” nel contendersi con aerei e autostrade i viaggiatori sulla ”tratta fondamentale, Roma-Milano”. Moretti lo sottolinea preannunciando i prossimi passi avanti nell’alta velocita’. Dal 12 dicembre Ferrovie ”aprira’ commercialmente tutta la Torino, Milano, Bologna, Firenze, Roma, Salerno”.

Due giorni dopo, il 14, ci sara’ una inaugurazione formale. E cosi’ sara’ anche possibile viaggiare ”da Roma Tiburtina a Milano Rogoredo in due ore e cinquanta”, e ”da Roma Termini a Milano Centrale in tre ore”. Un passo avanti nella sfida del treno all’aereo sulla Roma-Milano: ”Abbiamo raggiunto il 50% del traffico e non solo a svantaggio del trasporto aereo, ma anche del trasporto autostradale”. Cosi’, per esempio, per il numero uno delle Ferrovie, ”da Bologna a Milano e’ una rivoluzione: la gente prende il treno, arriva a Milano in un’ora, e ha cambiato la sua vita”. E quanto ai concorrenti che entreranno nel mercato dell’alta velocita’, ”non ci spaventano”, dice Moretti, ”anche perche’ da quest’anno avremo 44 treni da Milano a Roma e altri 44 da Roma a Milano” e, promette l’ad di Ferrovie, ”le nostre condizioni e qualita’ saranno difficili da raggiungere”. Cresce la rete ad alta velocita’, ma anche per le tratte dei pendolari le cose andranno meglio.

”In tre parti importanti avremo quattro binari che permetteranno di migliorare notevolmente la qualita’ del trasporto locale: pensate – spiega Moretti – che vuol dire avere sulla Novara-Milano due binari per i treni a lunga percorrenza e due per i treni regionali”. E sara’ cosi’ anche ”all’ingresso di Napoli e sulla Bologna-Firenze”. Intanto il gruppo Ferrovie guarda a fine 2009 con l’obiettivo di chiudere per il secondo anno il bilancio in leggero utile: ”Con piccole operazioni straordinarie contiamo di essere in attivo anche quest’anno”, dice Moretti, sottolineando che sono ormai alle spalle i bilanci chiusi con ”un debito ogni anno per due miliardi” che non permettevano di fare investimenti. Quest’anno, invece, ”nel campo infrastrutturale faremo pagamenti di circa 5 miliardi, piu’ la parte di materiale rotabile nell’ordine dei 700 milioni”.

Ma abbiamo capito bene?!?!? E’ proprio quello che stiamo aspettando da un anno!!!! Queste sono le sue parole!!!!:

”da Bologna a Milano e’ una rivoluzione: la gente prende il treno, arriva a Milano in un’ora, e ha cambiato la sua vita”

Noi pendolari AV Bologna-Milano aspettiamo questa rivoluzione ma intanto che ne dite di farci sentire e riproporre la questione degli orari dei treni?!?!?!

Amici pendolari della linea Bologna-Milano, diamoci da fare!!!!

Parlano di noi

Il settimanale bolognese La Stefani si è interessato alla nostra protesta e questa settimana pubblica un articolo su di noi, pendolari “fortunati” della linea Bologna-Milano.

http://www.lastefani.it/settimanale/article.php?directory=090312&block=2&id=1

Pochi giorni prima dell’inaugurazione dell’Alta Velocità Bologna-Milano siamo stati intervistati da Radio Anch’io, trasmissione di Radio1, che ha posto le nostre domande e chiesto delle risposte direttamente a Moretti. Ascolta come ci ha risposto (naturalmente sulla questione dei tempi di percorrenza che sono stati allungati di un quarto d’ora ha inventato una risposta totalmente falsa… vi risulta che l’ESCity delle 6.43 faccia delle fermate in più del vecchio ICPlus delle 6.44 ?!?! A noi no!!!):

http://www.radio.rai.it/radio1/radioanchio/view.cfm?Q_EV_ID=270441

Cosa è successo nel frattempo… (parte 1)

Eccoci di nuovo qui, ad aggiornarvi su tutto quello che è successo dall’invio della nostra lettera. Purtroppo in questo ultimo periodo non siamo riusciti ad aggiornare il nostro blog, ma non preoccupatevi, siamo ancora qui! Grazie a tutti quelli che ci hanno dato la loro adesione alla nostra iniziativa. Noi coraggiosi pendolari della linea Bologna-Milano non siamo poi così pochi! Ecco un riassunto di quello che è successo nel frattempo. I giorni successivi alla nostra lettera di protesta abbiamo cercato di mobilitare sia le istituzioni regionali sia gli organi di informazione. Abbiamo scritto mail a destra e a manca, rompendo le scatole a più persone possibili. Durante un nostro viaggio nel famigerato ICPlus delle 6.44 da Bologna (adesso ESCity delle 6.43), abbiamo conosciuto un giornalista del settimanale L’Espresso che si era interessato alla nostra iniziativa e ci aveva balenato la possibilità di parlarne in un pezzo. Questo sì che sarebbe stato un bell’inizio! Un articolo sulla nostra mobilitazione ci avrebbe dato una visibilità a livello nazionale addirittura superiore a quanto potessi immaginare, a così pochi giorni dall’inizio della nostra avventura. Purtroppo però l’idea era troppo bella per essere vera e probabilmente importanti eventi che sono successi nel frattempo hanno fatto passare in ultimo piano la notizia, che così non è stata pubblicata.
[To be continued] !!!!